Percorso culturale pensato a mano.
La camicia nell’arte e nel linguaggio e ‘L’utima veste’

All'interno di un più vasto Progetto Integrato, promosso dalla Regione Marche e coordinato dalla CNA provinciale di Ancona, si è individuato un percorso culturale che mira alla valorizzazione del Centro Storico della città di Ancona, esaltando i legami tra arte e artigianato.Il Laboratorio Studio Arti Tessili La Congrega e il Laboratorio di Rilegatura d’Arte Librare, hanno trovato nel manufatto camicia, una buona occasione per percorrere questa strada. Un itinerario di scoperta, cartina alla mano, nelle principali sedi museali della cittá, (Museo Omero, Biblioteca Benincasa, Pinacoteca Comunale, si anche se è chiusa, Museo Archeologico delle Marche, Museo Diocesano e La Polveriera del parco del Cardeto), dove è stata rintracciata almeno una camicia che avesse la propria storia da raccontare e nei due laboratori artigiani di via Orefici e di via San Pietro, dove di camicie in mostra ce ne saranno un mucchio...anzi due!, dallo stile classico allo stile casual, da uomo e da donna, preziosamente ricamate e da lavoro, da vessillo sociale a icona pop. In occasione del convegno e dell’inaugurazione del ‘Percorso culturale pensato a mano’ verrà presentato il libro " L’ultima veste ", manuale illustrato sul restauro delle camicie e degli abiti indossati dalle mummie rinvenute durante degli scavi archeologici nel comune di Monsampolo del Tronto, dal laboratorio La Congrega. Il volume a cura di Thessy Schoenolzer Nichols, Valeria David, Emanuela Micucci e redatto da Legatoria Librare è una ulteriore testimonianza dello stretto legame tra il ‘pensiero a mano’ artigiano ed i museiGli abiti restaurati sono mirabilmente esposti nel Museo della Cripta di Monsampolo del Tronto.

La nuova pubblicazione "La Camicia; arte, documenti, moda e linquaggio"  è scaricabile qui